TEATRO: UNA BANALISSIMA ARANCIATA AMARA


Anna Cianca, Guido Del Vento, Lola De Marco, Stefano Lionetto, Giovanni Marzi, Donatella Petricca, Vittoria Rossi e Cinzia Susino sono i commensali di una riunione familiare dal risvolto inaspettato. Sono testimoni della scomparsa di uno dei parenti più importanti. Una fuga d'amore? Un rapimento o semplicemente la voglia di una nuova vita?
Nessuno sembra trovare una spiegazione a questa improvvisa assenza. In attesa di svelare questo mistero, i diversi membri della famiglia si ritrovano improvvisamente faccia a faccia nel discutere di politica, lavoro, sesso, tradimenti e stretti legami di amicizie che vengono da lontano. Testimoni di amori che stanno per nascere e altri appena terminati, in una ritrovata complicità familiare. Fra risate e confessioni inaspettate, per alcuni di loro sarà certamente una serata indimenticabile, per altri, una cena che vorranno scordare al più presto. Una banalissima aranciata amara è uno spettacolo che traccia con tratto divertente e drammatico il delicato rapporto fra genitori e figli e la possibilità che ognuno di noi ha di cambiare vita, laddove si possegga il coraggio e si abbia la voglia di lasciare quella attuale.

Trailer: Una Banalissima Aranciata Amara - scritto e diretto da Alessandro Sena
Riprese e Montaggio LMA Studio


Regia di Alessandro Sena
Attore e regista nato a Roma nel 1969, esordisce giovanissimo nei film Palombella Rossa di Nanni Moretti e Un orso di nome Arturo di Sergio Martino. Nel 1992 frequenta a Roma la scuola teatrale diretta da Franca Marchesi (allieva e poi collaboratrice di Giorgio Strehler) L'arte del teatro. Nel 1994 con notevole metamorfosi diventa il timido Andrei Prozorov nelle Tre sorelle di Cechov, incarna il sicuro Torvald in Casa di bambola di Ibsen ed assume le sembianze del misogino Ippolito nella Fedra tratta da Racine e D'Annunzio.... continua a leggere sul sito www.alessandrosena.it


Etichette: , ,