LA STUPIDITÀ FOTOGRAFICA - ANDO GILARDI


Cos'è la fotografia? Utilizzando le parole di un saggio, potremmo definirla il metodo attraverso il quale tutti (anche gli stupidi) si divertono ad immortalare situazioni e persone. Ecco. Gli stupidi. Sono proprio "loro" (ovviamente nel senso più simpatico e giocoso del termine) i protagonisti del libro postumo di Ando Gilardi, "La stupidità fotografica."
Il noto fotoreporter, scomparso circa tre anni fa dopo una lunga e ricca carriera, attraverso le pagine di questo libro racconta un divertente lato dei "fotografi-della-domenica", come amo definirli io. Si susseguono tra le righe però anche irriverenti frasi su come agisce lo "stupido" dietro e davanti l'obiettivo e anche sulla differenza tra macchina e immagine fotografica. (Qui emerge tutta la competenza e professionalità del Gilardi.) L'autore si chiede anche il perché tutti si divertano a fotografare questo o quello e la risposta che più diverte è sicuramente quella che vede lo "stupido" voler fotografare per riprodurre- più fedelmente possibile- la realtà: un po come facevano gli impressionisti con la pittura "en plein air". Di certo c'è una cosa: il libro di Ando Gilardi è sicuramente uno dei più irriverenti, e divertenti, degli ultimi anni. In fondo, però, è anche ovvio: parla di fotografia.



Libro: La stupidità fotografica
Autore: Ando Gilardi
Anno: 2013
Lingua: italiano

#Condividi! Se l'articolo ti è piaciuto ti chiediamo di condividerlo.
In ogni articolo ci mettiamo passione ed impegno...
una condivisione vuol dire tanto!



articolo a cura di Ilaria Quaresima (Confidential Blog - FaceBook)


Etichette: ,