Fabio Massimo Capogrosso - Compositore

Queste che seguono sono alcune fotografie che ritraggono Fabio Massimo Capogrosso durante il suo lavoro. Le abbiamo realizzate nel suo studio dove, con la vera passione di chi ama la Musica, compone brani che riescono ad emozionare e a trasmettere sensazioni che mutano lo stato emotivo chi le ascolta.

Biografia:
Fabio Massimo Capogrosso (Perugia, 1984) si sta distinguendo, nel panorama della musica contemporanea italiana, come uno dei più' interessanti compositori della sua generazione.
Inizia giovanissimo lo studio del pianoforte affermandosi immediatamente in diversi concorsi nazionali ed internazionali: vince il Primo premio assoluto al "Concorso Internazionale per giovani interpreti" di Cassino e il Primo premio al "Concorso Nazionale Citta' di Vasto".
Come spesso accade a musicisti del suo calibro, l'unione di una certa vivacità' musicale e culturale con un sempre crescente spirito di sperimentazione, lo portano ad intraprendere lo studio della composizione.
Sotto la guida del Maestro Sergio Prodigo consegue nel 2008 il diploma accademico di primo livello con il massimo dei voti e la lode; nel frattempo, interessato anche ad altri linguaggi, studia "musica applicata alle immagini" con il notissimo Maestro Carlo Crivelli (vincitore a Cannes per la migliore colonna sonora con Vincere di Marco Bellocchio) e lavora ad una serie di colonne sonore in particolare per documentari. Nel 2009 si impone nella categoria compositori all'IBLA Grand Prize Competition. Nell'ottobre 2011, con l'esecuzione da parte dell'Orchestra Sinfonica Abruzzese del poema sinfonico Ad perpetuam rei memoriam, consegue la laurea specialistica di secondo livello in composizione sempre con il massimo dei voti e la lode.
Molte sue opere sono state eseguite da affermati artisti e in importanti festival, tra queste, particolarmente apprezzate da pubblico e critica, vanno citate la folklorica Fiaba Abruzzese, la scintillante Suite per orchestra di fiati, i lavori cameristici come Quartetto su un tema ossessivo e La leggenda di Mastrofuoco ("Teatro Cilea" di Reggio Calabria, "Auditorium Guarasci" di Cosenza, "Sala Martucci" di Napoli e "Teatro Comunale" di l'Aquila), più' una serie di altri lavori per i quali e' stato notato e quindi invitato a far parte del gruppo dei compositori neoromantici italiani particolarmente attivo nella citta' e nella vita culturale di Milano.
Fabio Capogrosso e' docente dei corsi preaccademici del Conservatorio "A. Casella" di l'Aquila e di composizione e armonia presso l'Accademia Europea Musicale.
(M° Sesto Quatrini)











Etichette: ,